domenica 20 settembre 2009

536 di 2013 ; Tractatus e la Madonna del Vesuvio

Stefano Armellin con il pezzo 536 di 2013
 del Poema visivo del XXI secolo :
IL VOLTO DEL MONDO E LA CROCE 1993/2013
Titolo : Tractatus


Stefano Armellin spiega ai tecnici come riportare in ceramica la Madonna del Vesuvio
Stefano Armellin sceglie i colori più adatti per il passaggio in ceramica

Stefano Armellin conferma i colori per il monumento che sarà esposto
 in permanenza a Pompei in Piazza Schettini dal 9 ottobre 2009


Stefano Armellin (49 anni) nel laboratorio di Arreditalia a Santa Maria la Carità, verifica l'ingrandimento della Madonna del Vesuvio e gli smalti che saranno usati per il passaggio dell'opera originale su carta Fabriano F4 alla pietra lavica dell'Etna.


L'opera sarà inaugurata venerdì 9 ottobre 2009 alle ore 12.00 a Pompei
fronte la Piazza del Santuario lato Vigili Urbani

La professionalità, sia delle maestranze, sia dei tecnici e degli artigiani di: Arreditalia
è tale, che, non solo non ci sarà perdita di forza espressiva dalla Madonna del Vesuvio originale all'ingrandimento; ma ci sarà un complemento significativo dell'opera a tutto vantaggio del bene pubblico, per i pellegrini, i turisti e residenti.


Posso dire che la sintonia con il Team Work di : Arreditalia
è già di per sè un risultato miracoloso.


Misure dell'ingrandimento :
Sette lastre di settanta centimetri di altezza per cinquanta centimetri di larghezza;
misura totale della composizione : trecentocinquanta centimetri di larghezza per settanta centimetri di altezza. 
Più la targa con la Preghiera, la dedica a Benedetto XVI e i Ringraziamenti.
Tutta l'opera va poi inserita in un basamento artistico già ideato.


La Madonna del Vesuvio : http://it.youtube.com/stefanoarmellin

Riprese e montaggio audio-video a cura del Prof. Guido Gaglione. 

L'opera che mi ha impegnato per l'intero mese di dicembre 2007, lo stesso tempo usato da Picasso per Guernica, con la differenza che il mio lavoro originale di partenza è su sette fogli Fabriano F4 24 x 33 cm che vanno accostati uno all'altro. 

Un'opera che si presta ad un ingrandimento sia per esterni che per interni. Per Istituti scolastici o sedi ministeriali, ma anche a New York, nella sede dell'ONU, farebbe la sua figura, soprattutto per rinnovare l'immagine della Campania-Italia così tanto danneggiata. 

Fino ad oggi nessuno ha mai pensato di fare una Madonna espressamente dedicata al Vesuvio. Questa caratteristica è quindi l'unicità di quest'opera che mi auguro possa portare tanto bene, sia ai credenti sia ai non credenti.

Ma perchè un'altra Madonna non bastavano già quelle esistenti ?

Ricordiamoci che la Madonna è sempre una soltanto, una come la Verità.

Il primo ingrandimento su pietra lavica dell'Etna, della Madonna del Vesuvio, è a cura di : Arreditalia

Stefano Armellin

video