mercoledì 5 settembre 2012

6. Viaggio dentro il Quadro: Campo di sangue 5. Caro Gesù di Albino Luciani

30 di 45
29 di 45
28 di 45
5. Caro Gesù

Di fronte a questo spettacolo di gente che affluisce a un crocifisso da tanti secoli e da ogni parte del Mondo, sorge la domanda: si tratta solo di un uomo grande e benefico o di un Dio? Tu stesso hai dato la risposta e chi ha gli occhi non velati da pregiudizi e avidi di luce l'accetta.


Quando Pietro ha proclamato: "Tu sei Cristo il Figlio di Dio vivo", Tu non solo hai accettato questa confessione, ma l'hai premiata. Hai sempre rivendicato per Te ciò che i Giudei ritenevano riservato a Dio. Con loro scandalo hai rimesso i peccati, Ti sei detto padrone del Sabato, hai insegnato con suprema autorità, Ti sei dichiarato eguale al Padre.

Più volte hanno tentato di lapidarTi come bestemmiatore, perchè Ti dicevi Dio. Quando finalmente Ti ebbero preso e portato davanti al Sinedrio, il sommo sacerdote Ti chiese solennemente:

"Sei o non sei il Figlio di Dio?".

Tu hai risposto: "Lo sono, e mi vedrete alla destra del Padre".

Hai accettato la morte piuttosto che ritrattare e rinnegare questa Tua essenza divina.

Ho scritto ma mai sono stato così malcontento di scrivere come questa volta. Mi pare di avere omesso il più, che si poteva dire molto meglio. C'è un conforto, questo: l'importante non è che uno scriva di Cristo, ma che molti amino e imitino Cristo.

E, per fortuna -nonostante tutto- questo avviene ancora.

Albino Luciani - Giovanni Paolo I il Papa Santo

in 28 di 45 un Apostolo plasma lo spirito del Mondo

in 29 di 45 Mattia nel tormento e nella difficoltà della predicazione ad gentes

in 30 di 45 un Discepolo martire per la Fede, offre con il martirio la sua testimonianza, identificandosi così al suo Maestro Gesù Cristo.


Stefano Armellin
(6. Continua)

Pompei, mercoledì 5 settembre 2012